AIRE / Emigrazione in uno stato estero

I cittadini italiani che trasferiscono all'estero la propria residenza, devono chiedere l'iscrizione nell'Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero (AIRE) in uno dei seguenti modi:

- dichiarando il trasferimento all'Ufficio Anagrafe del Comune di Copparo ed entro 90 giorni all'Ufficio Consolare Italiano all'Estero competente per territorio. (In questo caso la decorrenza dell'iscrizione nell'Anagrafe degli italiani residenti all'estero è la stessa della data della dichiarazione resa al Comune)
- dichiarando il trasferimento all'estero direttamente all'Ufficio Consolare Italiano all'Estero competente per territorio. (La decorrenza dell'iscrizione all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero coincide con la data di ricevimento della dichiarazione all'Ufficio Anagrafe Comunale)

L'iscrizione nell'AIRE consente di mantenere il diritto al voto e di ottenere il rilascio dei seguenti certificati:

- certificati di residenza;
- certificato di stato di famiglia;
- certificato ed estratto di nascita, matrimonio, morte;
- certificato di stato libero (riferito alla data dell'emigrazione);
- certificato di cittadinanza (riferito alla data dell'emigrazione);
- plurimo con cittadinanza (riferito alla data dell'emigrazione), residenza e stato di famiglia;
- certificato di godimento dei diritti politici;
- carta d'identità.

I certificati hanno validità 6 mesi; a esclusione di quelli riferiti alla data dell'emigrazione e il certificato (o estratto) di morte che hanno validità illimitata. Se dopo la scadenza le informazioni in essi contenute non sono variate, gli interessati potranno dichiararlo in calce senza l'obbligo di autenticare la firma nè di apporla in presenza del dipendente addetto.

I cittadini italiani che trasferiscono all'estero la propria residenza, devono chiedere l'iscrizione nell'Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero (AIRE) in uno dei seguenti modi:

- dichiarando il trasferimento all'Ufficio Anagrafe del Comune di Copparo ed entro 90 giorni all'Ufficio Consolare Italiano all'Estero competente per territorio. (In questo caso la decorrenza dell'iscrizione nell'Anagrafe degli italiani residenti all'estero è la stessa della data della dichiarazione resa al Comune)
- dichiarando il trasferimento all'estero direttamente all'Ufficio Consolare Italiano all'Estero competente per territorio. (La decorrenza dell'iscrizione all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero coincide con la data di ricevimento della dichiarazione all'Ufficio Anagrafe Comunale)

L'iscrizione nell'AIRE consente di mantenere il diritto al voto e di ottenere il rilascio dei seguenti certificati:

- certificati di residenza;
- certificato di stato di famiglia;
- certificato ed estratto di nascita, matrimonio, morte;
- certificato di stato libero (riferito alla data dell'emigrazione);
- certificato di cittadinanza (riferito alla data dell'emigrazione);
- plurimo con cittadinanza (riferito alla data dell'emigrazione), residenza e stato di famiglia;
- certificato di godimento dei diritti politici;
- carta d'identità.

I certificati hanno validità 6 mesi; a esclusione di quelli riferiti alla data dell'emigrazione e il certificato (o estratto) di morte che hanno validità illimitata. Se dopo la scadenza le informazioni in essi contenute non sono variate, gli interessati potranno dichiararlo in calce senza l'obbligo di autenticare la firma nè di apporla in presenza del dipendente addetto.

Ultimo aggiornamento

26/02/2020