Denuncia di morte

 

DICHIARAZIONE DI MORTE PER DECESSI AVVENUTI IN TERRITORIO DI COPPARO

  • In caso di morte presso l'Ospedale o nella Casa Protetta, la comunicazione di morte all'Ufficiale di Stato Civile, è effettuata direttamente dalla struttura ove è avvenuto il decesso.
  • Qualora il decesso sia avvenuto presso l'abitazione del defunto, la dichiarazione di morte deve essere resa entro 24 ore all'Ufficiale di Stato Civile da uno dei congiunti o da persona convivente o da un delegato o da persona informata del decesso (di solito provvede l'Impresa funebre).
  • L'atto di morte è formato immediatamente e viene rilasciata anche la documentazione per il funerale (disolito all'Impresa Funebre incaricata dai famigliari) 
  • L'Ufficiale di stato civile comunica il decesso al Servizio anagrafe per l'aggiornamento dei dati dell'interessato ed agli istituti previdenziali cui eventualmente il deceduto risulta iscritto ai fini dell'aggiornamento della posizione pensionistica

Per la cremazione,ilconiuge o, in mancanza uno dei famigliari devono presentare domanda all'Ufficiale di Stato Civile allegando:
-l’iscrizione ad una Società che abbia tra i propri fini quello della cremazione del cadavere degli iscritti;
oppure:
- testamento anche olografo (scritto a mano, datato e firmato dal defunto) dal quale risulti la volontà del defunto di essere cremato. In questo caso il testamento deve essere depositato, anche dopo la morte, presso un notaio che provvederà alla pubblicazione;
oppure:
- una dichiarazione da rendere dopo il decesso dal coniuge o, in mancanza, dai parenti più prossimi del defunto (in questo caso occorre la dichiarazione di tutti i parenti dello stesso grado).
Ed inoltre:
- certificato medico attestante l’esclusione di causa di morte dovuta a reato; 
-  in caso di morte accidentale o sospetta, nulla osta dell’Autorità Giudiziaria alla cremazione

 

DICHIARAZIONE DI MORTE PER DECESSI AVVENUTI IN TERRITORIO DI COPPARO

  • In caso di morte presso l'Ospedale o nella Casa Protetta, la comunicazione di morte all'Ufficiale di Stato Civile, è effettuata direttamente dalla struttura ove è avvenuto il decesso.
  • Qualora il decesso sia avvenuto presso l'abitazione del defunto, la dichiarazione di morte deve essere resa entro 24 ore all'Ufficiale di Stato Civile da uno dei congiunti o da persona convivente o da un delegato o da persona informata del decesso (di solito provvede l'Impresa funebre).
  • L'atto di morte è formato immediatamente e viene rilasciata anche la documentazione per il funerale (disolito all'Impresa Funebre incaricata dai famigliari) 
  • L'Ufficiale di stato civile comunica il decesso al Servizio anagrafe per l'aggiornamento dei dati dell'interessato ed agli istituti previdenziali cui eventualmente il deceduto risulta iscritto ai fini dell'aggiornamento della posizione pensionistica

Per la cremazione,ilconiuge o, in mancanza uno dei famigliari devono presentare domanda all'Ufficiale di Stato Civile allegando:
-l’iscrizione ad una Società che abbia tra i propri fini quello della cremazione del cadavere degli iscritti;
oppure:
- testamento anche olografo (scritto a mano, datato e firmato dal defunto) dal quale risulti la volontà del defunto di essere cremato. In questo caso il testamento deve essere depositato, anche dopo la morte, presso un notaio che provvederà alla pubblicazione;
oppure:
- una dichiarazione da rendere dopo il decesso dal coniuge o, in mancanza, dai parenti più prossimi del defunto (in questo caso occorre la dichiarazione di tutti i parenti dello stesso grado).
Ed inoltre:
- certificato medico attestante l’esclusione di causa di morte dovuta a reato; 
-  in caso di morte accidentale o sospetta, nulla osta dell’Autorità Giudiziaria alla cremazione

Ultimo aggiornamento

26/02/2020