Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

ASSESTAMENTO DI BILANCIO FRA PANDEMIA E TERRITORIO

La manovra è stata analizzata dalla commissione consiliare ragioneria

La Commissione Consiliare Ragioneria, riunita lunedì 23 novembre in collegamento su Piattaforma Zoom, ha esaminato, oltre al Bilancio consolidato 2019, l’assestamento generale dei conti e salvaguardia degli equilibri, illustrato dall’assessore al Bilancio Simone Grandi.
Fra le voci ‘entrate’ emergono gli oltre 98mila euro di contributi per funzioni fondamentali legati al Decreto Agosto, che vedrà un prossimo saldo di circa 100mila euro a compensazione delle minori entrate dovute alla pandemia. E intorno all’emergenza sanitaria orbitano numerose previsioni di spesa, per un totale di circa 450mila euro, che trovano copertura nell’avanzo e nel fondo per l’esercizio funzioni fondamentali. Nello specifico. Sono previsti 80mila euro per una nuova apertura del Bando Tari, sulla terza rata della tariffa e a recupero delle precedenti per chi non abbia ancora partecipato alle due precedenti chiamate. Altri 120mila euro incrementeranno il progetto Welfare Famiglie, riproponendo fondi per le spese di trasporto e traffico dati degli studenti da 14 a 26 anni e introducendo contributi per famiglie con bambini da zero a 13 anni, in particolare destinati a nuclei con partite iva e cassaintegrati. Altrettanti 120mila euro sono stati individuati per i ristori a imprese e associazioni che hanno in gestione impianti sportivi. Una somma di 100mila euro è stata accantonata sempre per ristori da definire in base all’evoluzione dell’emergenza; è stato inoltre garantito per l’intero anno l’azzeramento del canone di occupazione di spazi ed aree pubbliche.
In tema di sistema economico l’Amministrazione ha implementato con 7mila euro la quota precedentemente erogata di 10mila euro a copertura di tutte le richieste relative a prestiti Agrifidi.
Nella manovra non manca l’attenzione per il territorio, con l’intento di rispondere anche a diverse istanze giunte nell’ambito di ‘Dimmi la tua’, l’iniziativa di partecipazione che ha fornito diversi suggerimenti e segnalato varie esigenzee. Ben 170mila euro sono stati individuati per un progetto di manutenzioni straordinarie da affidare a Patrimonio, che preveda una ricognizione di tutti gli immobili comunali e un incremento degli interventi sul patrimonio e sul verde pubblico. A 15mila euro ammonta la compartecipazione al progetto di ristrutturazione e adeguamento del Centro Sociale Parco Verde.
Infine una nota positiva, in controtendenza con la situazione generale: maggiori oneri di urbanizzazione per 35mila euro, che pure saranno destinati alla manutenzione.
 

Ultima modifica dei contenuti: 25/11/2020